Friul Bios S.S.A.

Intolleranze

Spesso eliminati completamente dalla nostra dieta, temuti e demonizzati, i CEREALI e i loro derivati dovrebbero rappresentare la principale fonte di energia per il nostro organismo.

Dal punto di vista nutrizionale, essi non sono solamente una fonte di carboidrati, ma anche di proteine, lipidi, micronutrienti (sali minerali e vitamine ), nonchè fibre e altri composti bioattivi, fondamentali per la salute dell'organismo .

Il termine cereale racchiude una varietà molto ampia di piante, tutte appartenenti alla famiglia delle Graminacee, che producono semi commestibili : non solo il famoso e tanto utilizzato frumento, ma anche la segale, il mais, il farro e l'orzo. Vicino ai cereali, gli pseudocereali ( come il grano saraceno ), non appartenenti alla famiglia delle Graminacee, rappresentano una categoria altrettanto importante di alimenti per l'essere umano.

Il vantaggio di avere a disposizione diverse tipologie di cereali consente di variare quotidianamente ciò che si porta in tavola, evitando monotonia e garantendo un apporto completo di tutti i nutrienti e di svariati composti bioattivi .

Nella scelta del cereale o di un prodotto da esso derivato bisognerebbe prestare attenzione alla sua provenienza e al tipo di agricoltura utilizzata per la sua produzione: la cosa migliore sarebbe scegliere un prodotto italiano, quando possibile locale e ancor meglio se da agricoltura biologica o biodinamica.   

Così facendo, possiamo essere certi di quanto sia basso l'impatto ambientale della produzione e del trasporto di questi prodotti e dell'impatto positivo che essi possono avere sulla nostra salute.

Spesso quando si parla di cereali e derivati emerge il tanto temuto GLUTINE, composto proteico, costituente di buona parte dei cereali, che conferisce determinate caratteristiche non solo ai cereali stessi ma anche e soprattutto alle farine da essi derivate.

Molte persone oggi escludono il GLUTINE dalla propria alimentazione perchè da qualche parte hanno letto dei suoi effetti negativi sulla salute umana. 

L'unica categoria di persone che sicuramente dovrà escluderlo per tutta la vita è rappresentata dai pazienti affetti da celiachia .

La maggior parte delle altre persone, se non su indicazione medica, potranno continuare a consumarlo, sempre con l'accorgimento di VARIARE nella scelta dei cereali con glutine e senza glutine e sfruttando cereali a RIDOTTO CONTENUTO DI GLUTINE .

Siamo aperti il mercoledì dalle 9:00 alle 12:30 e il sabato dalle 9:00 alle 12:30 e dalle 15:00 alle 18:30